Google Ads Display: Come scegliere pubblico in target

Oltre al target Parole Chiave quando si realizza una campagna Google ADS, è possibile utilizzare il target per pubblico a gruppi di annunci, sia ricerca che Display, anche se è l’anima centrale delle campagne display “a freddo”, che vengono in genere usate per fare branding di attività non note, che di partenza non hanno un’intenzione di ricerca, cioè non vengono notoriamente ricercate sul motore direttamente.

In questo senso vengono raggiunti utenti che hanno interessi particolari, affini con il core dell’attività, del servizio o del prodotto proposto, oppure se hanno manifestato interesse cercando attivamente delle tematiche particolari.

Oppure possono essere gruppi di pubblico che hanno interagito con il sito web della nostra attività in qualche modo(remarketing).

Il targeting per pubblico può aumentare il rendimento della tua campagna raggiungendo persone che visitano siti web, utilizzano app o guardano video.

Nel caso di campagne display, i segmenti o gruppi di pubblico sono persone che hanno interessi in comune, dati demografici come età, sesso e caratteristiche, raggruppate negli elenchi di Google.

Le categorie che possono essere scelte sono tantissime, raggruppate per interessi, come appassionati di sport, viaggi, amanti dello shopping, oppure persone che hanno visitato il sito web, oppure interagito con una app.

Quando si  crea una campagna Display, le tipologie di pubblico sono molte, perché Google targetizza popolazioni di utenti diversi per tanti tipi di attività e caratteristiche:

Affinità: Persone con interessi, passioni, abitudini comuni

Dati Demografici: Caratteristiche demografiche, età, sesso, raggruppamenti demografici e caratteristiche sociali e geografiche.

Eventi Importanti: E’ possibile anche raggiungere persone che hanno manifestato la condizione e il periodo e la fase della vita che stanno affrontando.

Pubblico In Market, intenzione personalizzata: Persone che hanno manifestato un’intenzione e interazione d’acquisto recente.

Pubblico di remarketing. Persone che hanno interagito in qualche maniera con la nostra attività, come visite al sito o interazione in app, o terze parti(come facebook ad esempio)

Gruppi di pubblico simile: E’ possibile estrarre pubblico simile in base a interessi simili a utenti reali che hanno realmente interagito. Il pubblico simile è un campione molto più grande le cui caratteristiche di molti parametri sono affini a utenti che hanno avuto a che fare con il sito o la nostra attività.

Come è possibile raggiungere le persone giuste al momento giusto?

Analizzando i dati, e utilizzando campagne distinte in modo di realizzare interazioni distinte.

Ad esempio, utilizzare pubblico in market, e realizzare una campagna per quel pubblico.

Oppure realizzare una campagna a freddo su interessi o affinità, e raggruppare successivamente gli utenti che hanno interagito con queste campagne(simile al modo di agire delle principali campagne target dei social network)

Utilizzare il Remarketing

Il remarketing permette di essere presenti con utenti che già ci hanno conosciuto per qualche motivo, visitando il sito o interagendo con la nostra app.

Realizzare elenchi per segmenti di pubblico particolari, come ad esempio visitatori del sito da pc desktop oppure pubblico proveniente da dispositivi mobili, persone che hanno abbandonato il carrello acquisti, oppure persone che hanno visitato pagine di categoria del nostro ecommerce.

Oppure persone che hanno già acquistato sul nostro sito, o ci hanno inviato una richiesta via modulo.

Un’altra tipologia di utenti di remarketing molto profittevole è quella dei visualizzatori dei video del nostro canale youtube, perché hanno caratteristiche specifiche di interesse se abbiamo creato video orientati alla filosofia del nostro brand.

Quando invece l’attività possiede una vasta varietà di prodotti, è possibile effettuare remarketing dinamico, in modo che ai potenziali clienti possa essere fatto vedere un annuncio il più vicino possibile alla sua interazione con una categoria od un prodotto specifico.

Utilizzare l’intenzione personalizzata o i segmenti di pubblico in-market

I Segmenti di pubblico in market permettono di visualizzare i nostri annunci a clienti che hanno una propensione all’acquisto molto elevata. Un’altro modo per avere dati più personalizzati è usare i segmenti di pubblico personalizzati per intenzione.

Nelle campagne Display, in questo senso, è possibile applicare delle pratiche molto utilizzate anche nelle campagne di tipo ricerca: utilizzare parole chiave che hanno un rendimento alto in rete ricerca(campagne), utilizzare la struttura tassonomica, titoli, tag e categorie, per organizzare anche la struttura delle campagne, oppure utilizzare chiavi a raggio ampio come tematica, e poi organizzandole in gruppi di annunci affini per tematica.

A differenza delle chiavi long tail usabili facilmente sulle campagne ricerca, nel caso di rete Display di Google le chiavi sono a corrispondenza generica, quindi le varianti non aumentano l’efficacia e la copertura degli annunci.

Utilizzando i segmenti di pubblico in-market è possibile raggiungere utenti nuovi e molto qualificati affini alla categoria della nostra attività. L’importante è selezionare tra le circa 500 categorie il pubblico più attinente con il core business della attività.

Inoltre, utilizzando e cercando di acquisire clienti nuovi, il CPA target è statisticamente più alto di quello mirato a clienti o utenti interagenti già da tempo.

Come aumentare maggiormente la copertura delle campagne: Segmenti di pubblico nella canalizzazione iniziale.

Per ampliare la portata in caso di branding, l’espansione della copertura delle campagne è potenziabile partendo con campagne display mirate a segmenti di pubblico per affinità, eventi importanti dichiarati  e dati demografici ben dettagliati.

I Segmenti per affinità rispecchiano le passioni degli utenti, il loro comportamento d’acquisto, lo stile di vita e le loro abitudini di consumo.

Gli interessi manifestati nelle liste elenco affinità di Google sono molteplici e rispecchiano utenti che raccontano implicitamente le loro abitudini di acquisto con i loro interessi.

Se i segmenti di pubblico affinità non contemplano il nostro target potenziale, utilizzare i segmenti di affinità personalizzata può essere una soluzione, suggerendo alcune parole chiave e pagine del sito in modo che Google Possa generare elenchi personalizzati come affinità in target.

I Dati demografici dettagliati ci danno informazioni dettagliate sullo stile di vita degli utenti,  oltre all’età e al sesso (ad es. proprietà della casa, stato civile, istruzione e fasi dell’essere genitori).

Anche selezionare pubblico in base ad eventi importanti permette di targetizzare persone in una fase della vita in cui sono inclini ad abitudini d’acquisto ben delineate. Esempi pratici sono sono relativi ad acquisto di una casa, inizio di un nuovo lavoro e pensionamento.

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.